i Progetti

Un confronto generazionale per rilanciare l’Europa

Il progetto “Un confronto generazionale per rilanciare l’Europa” è realizzato dall’Istituto Luigi Sturzo, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

L’iniziativa mira a promuovere un dibattito informato sul significato dell’Unione europea nel contesto attuale e avviare una riflessione condivisa sulle riforme necessarie per rilanciarne il progetto, coinvolgendo giovani ricercatori, esperti, studiosi, rappresentanti istituzionali e della società civile, che possa tradursi in un esercizio concreto e inclusivo per affrontare il tema del futuro della governance europea.

Tale riflessione si impone alla luce delle numerose sfide con le quali l’UE si è confrontata negli ultimi anni, che hanno messo a dura prova la sua tenuta complessiva e in discussione alcuni dei suoi cardini fondamentali, a partire dalla stessa unità e solidarietà, alimentando una sfiducia crescente dei cittadini nei confronti delle istituzioni europee. Così, mentre alcune consuete strade verso un’integrazione più profonda sembrano ora più difficili da percorrere e parlare di “più Europa” può sembrare audace, una possibile alternativa viene sempre più individuata nell’applicazione del principio della differenziazione. La più recente emergenza COVID-19 ha rappresentano un ulteriore difficile banco di prova per l’Europa e rende una riflessione sul futuro dell’Unione ancora più necessaria. Se la governance che regola la vita dell’UE mostra infatti evidenti limiti, ciò non deve scoraggiare la volontà di proseguire un cammino che ha già assicurato per molti decenni la pace, lo sviluppo economico e la creazione della nuova soggettività europea.

Il progetto si è articolato in una serie di seminari di approfondimento sui alcuni temi fondamentali dalla crisi migratoria all’UE dopo la Brexit, realizzati tra gennaio e giugno 2020:

Il 15 giugno 2020 si è tenuto l’evento conclusivo dell’iniziativa con la Web Conference “Quale futuro per l’Europa?” con la partecipazione del Ministro per gli Affari Europei Vincenzo Amendola e rappresentanti di vari think tank con i quali l’Istituto Sturzo sta portando avanti delle riflessioni sull’Europa del futuro – Report convegno finale 15 Giugno 2020.

 

Infine il progetto ha previsto la pubblicazione del volume “Riflessioni sul futuro dell’Europa” a cura di Loredana Teodorescu, con prefazione di Prof. Nicola Antonetti e introduzione del Min. Plen. Armando Barucco e del Segr. Leg Lorenzo Vai. Il volume raccoglie venti riflessioni, che ruotano intorno al tema della democrazia e della rule of law, dell’UE come progetto politico, del contributo dei giovani e della cultura europea come fattore unificante, dell’integrazione e della politica di immigrazione, con il tentativo di fornire anche degli spunti concreti in termini di policy in vista della Conferenza sul Futuro dell’Europa.