i Progetti

Premio “Desiderio Pirovano”

Il “Premio Desiderio Pirovano”, istituito per  volontà e iniziativa di Mons. Desiderio Pirovano, dall’Associazione Desiderio Pirovano per il progresso degli studi sulla storia della Chiesa e dall’Istituto Luigi Sturzo, ha lo scopo di favorire e diffondere le ricerche sul pensiero cristiano, sia in ambito teologico che politico e socio-culturale, condotte secondo una prospettiva storica, con particolare attenzione ai momenti di evoluzione e di novità

Il Consiglio Direttivo del Premio Desiderio Pirovano è presieduto dal prof. il prof. Maurilio Guasco ed è composto da: prof.ssa Marina Caffiero, prof.ssa Emma Fattorini, prof. Francesco Malgeri, Avv. Umberto Paniccia, prof. Francesco Traniello

  • Per il 2013  il Premio è stato conferito a pari merito a Alberto Guasco, Cattolici e fascisti. La Santa Sede e la politica italiana all’alba del regime 1919-1925, Il Mulino, Bologna 2013; Alessia Lirosi, I monasteri femminili a Roma tra XVI e XVII secolo, Viella Editrice, Roma 2012

  • Per il 2014,  il Premio è stato conferito a: Massimiliano Signifredi, per il volume Giovanni Paolo II e la fine del comunismo. La transizione in Polonia (1978-1989), Edizioni Angelo Guerini e Associati SpA, Milano 2013

  • Per il 2015, il Premio è stato conferito a Guido Panvini, Cattolici e violenza politica, Marsilio Editore, Venezia 2014
  • Per il 2016, il Premio è stato conferito a pari merito a Francesco Torchiani per il volume: Mario Bendiscioli e la cultura cattolica fra le due guerre, Morcelliana, Brescia 2016 e Lucio Biasiori per il volume: L’eresia di un umanista. Celio Secondo Curione nell’Europa del Cinquecento,  Carocci, Roma 2016
  • Per il 2017 – 2018, il Premio è stato conferito a pari merito a Andrea Annese, Tra Riforma e patristica. Il metodismo in Italia dall’Unità al caso Buonaiuti, Viella, Roma 2018; Tiziano Torresi, Sergio Paronetto. Intellettuale cattolico e stratega dello sviluppo, Il Mulino, Bologna 2017