i Progetti

Il nuovo Patto europeo per la migrazione e l’asilo. Come raggiungere un accordo?

Sin dalla crisi migratoria del 2015/2016, la Commissione e il Consiglio dell’UE hanno cercato invano di trovare un compromesso tra gli Stati membri per riequilibrare le responsabilità di gestione dei flussi migratori tra gli Stati membri in modo più equo. Nel settembre 2020, la Commissione europea ha presentato un nuovo Patto sulla migrazione e l’asilo per stabilire un meccanismo comune a livello europeo, che sia efficace e basato sull’equa condivisione degli sforzi e degli obblighi, e in grado al tempo stesso di ristabilire un clima di fiducia tra gli Stati. Il Patto è attualmente in una fase complessa di negoziazione, e le questioni aperte sul tavolo sono molteplici.

Anche in vista della Conferenza sul futuro dell’Europa, l’Istituto Luigi Sturzo e l’ufficio di Bruxelles della Fondazione Hanns Seidel Stiftung hanno lanciato, online, una serie di dialoghi politici, coinvolgendo rappresentanti politici, istituzionali e di organizzazioni internazionali, ed esperti di vari think tank europei, tra cui Martens Centre for European Studies, IAI e German Marshall Fund, per promuovere e facilitare un dialogo politico sulle principali questioni di discussione relative al nuovo Patto sulla migrazione e l’asilo. Nell’ambito di sessioni a porte chiuse, introdotte da keynote speakers, i partecipanti hanno la possibilità di scambiare le proprie prospettive e informazioni utili, e riflettere sulle sfide attuali, a livello nazionale ed europeo, con una particolare attenzione ai seguenti aspetti: