i Progetti

Dialoghi di cittadinanza sul futuro dell’Europa

L’Istituto Luigi Sturzo è partner del progetto Dialoghi di cittadinanza sul futuro dell’Europa, promosso dallo IAI in cooperazione con fondazioni e think tanks nazionali ed europei, e co-finanziato dal Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e dalla Fondazione Compagnia di San Paolo.

Nell’ambito della Conferenza sul Futuro dell’Europa, iniziativa lanciata dal Parlamento europeo e dalla Commissione nel corso del 2020-2021, il progetto prevede l’organizzazione di tre Dialoghi di Cittadinanza. I Dialoghi hanno come obiettivo quello di stimolare un dibattito aperto, inclusivo ed innovativo tra esperti e cittadini, volto a facilitare una partecipazione attiva e a fornire spunti di riflessione sul futuro dell’Unione e sulle priorità italiane per combattere un diffuso scetticismo verso l’Ue, coinvolgendo un vasto spettro della società civile che comprenda i cittadini, ma anche ONG, imprese, università, autorità locali e media.

In linea con le quattro priorità dell’Agenda Strategica Europea 2019-2024 (proteggere i cittadini e le libertà, sviluppare una base economica forte e vibrante, costruire un’Europa neutrale dal punto di vista climatico, verde ed equa e promuovere interessi e valori europei sulla scena globale), i Dialoghi mirano a focalizzarsi sui seguenti macro-temi:

  1. Legittimità europea e ruolo delle istituzioni nel rilanciare il coinvolgimento dei cittadini nel processo di integrazione europea;
  2. Integrazione differenziata e sfide comuni: governance economica (anche a fronte della crisi economica generata dalla pandemia di COVID-19), clima, migrazione, stato di diritto;
  3. Rilancio del progetto europeo e del principio di solidarietà nell’era post-Brexit e post-COVID-19;
  4. Politica estera europea e ruolo dell’UE nell’arena globale con focus specifico sul Mediterraneo e sulle relazioni transatlantiche.

 

Il primo Dialogo si è tenuto a Ventotene il 3 settembre 2020 dal titolo “La politica estera europea tra Mediteranneo e Atlantico”, durante il tradizionale Seminario di formazione federalista europea, che fin dal 1982 viene organizzato sull’isola. L’iniziativa è stata organizzata dallo IAI e dall’Istituto Sturzo in collaborazione con l’Istituto di studi federalisti Altiero Spinelli, il Centro Studi sul Federalismo, il Movimento Federalista Europeo, la Gioventù Federalista Europea e il Movimento Europeo Italia, con l’obiettivo  di coinvolgere i cittadini in un dialogo collettivo sulla politica estera comune e sul ruolo continentale e globale a cui l’Unione Europea deve ambire. Per l’Istituto Sturzo hanno partecipato Nicola Antonetti e Loredana Teodorescu. Il background paper è stato preparato da Loredana Teodorescu e Lorenzo Zambernardi.
Per maggior informazioni