L'Agenda

16 novembre 2018
ore 09:00

Convegno di studi “Il municipalismo di Luigi Sturzo” – Caltanissetta

Teatro Regina Margherita, Corso Vittorio Emanuele II, Caltanissetta

Il convegno,  si inserisce nell’abito delle Celebrazioni 2018 -2020 “Luigi Sturzo e il popolarismo” e intende richiamare l’attenzione sulla dimensione pre-partitica – più propriamente “amministrativa” – dell’impegno sociale e politico di Luigi Sturzo nei primi anni della sua attività pubblica in Sicilia.

Nel discorso che Sturzo rivolse nel novembre 1902, proprio a Caltanissetta, emerge a piena luce l’ordito spirituale e culturale che fu alla base del suo lungo impegno sociale e politico. Con Sturzo le forme di devozione e la misericordia verso i poveri apprese nei seminari siciliani si coniugarono e si completarono, attraverso intensi studi di sociologia e di economia, con la critica verso gli assetti amministrativi e politici dell’isola determinati dallo statalismo liberale. Il grande impulso prodotto dalla Rerum Novarum ispirò la sua diretta partecipazione alla vita sociale, già come pro-sindaco di Caltagirone, e un’intensa attività pubblicistica (La Croce di Costantino) in una stagione nella quale la Sicilia era attraversata da forti lotte sociali. Proprio partendo dall’analisi delle nuove responsabilità dei cattolici, Sturzo si convinse progressivamente che non era sufficiente lo sforzo prodotto nelle amministrazioni per costruire la democrazia sociale (secondo la definizione di Toniolo), sulla base di un modello socio-centrico per opporsi al modello stato-centrico dell’età giolittiana e alle conseguenze che questo produceva nell’esclusione delle masse dai processi decisionali e nel dilagare della corruzione. Di qui l’idea di proporre tra molte opposizioni un’organizzazione politica che portasse i cattolici a rappresentare nelle istituzioni apicali dello Stato le esigenze popolari e a dare moralità alla politica (discorso di Caltagirone).