Il distretto culturale della Lomellina

ITALIAN:

La Fondazione Cariplo ha affidato lo studio di fattibilità per la realizzazione di un distretto culturale della Lomellina all'Istituto Luigi Sturzo in collaborazione con Comune di Vigevano, il Consorzio Est Sesia, l’Università Bocconi di Milano e Arcus spa.

Contesto territoriale di riferimento
La scelta della zona della Lomellina, quale area su cui intervenire, è stata determinata dalla constatazione di una forte e comune identità culturale, dalle effettive potenzialità delle emergenze culturali e ambientali, dal sistema di rete e partenariati locali già attivi, dalla radicata tradizione imprenditoriale in grado di costruire nuove sinergie di sviluppo economico e sociale fondato sulla dimensione culturale.

Obiettivi
Obiettivo del progetto è realizzare un piano di fattibilità operativo del distretto culturale in grado di innescare azioni sinergiche tra le diverse realtà sociali, culturali ed economiche del territorio in vista della realizzazione del successivo “Distretto Culturale Lomellina”.
Più analiticamente il piano di fattibilità operativo dovrà:
- identificare gli elementi costituivi di un ”ambiente innovativo” valutando all’interno dell’area di Lomellina i punti di forza e debolezza e le opportunità concrete per la sperimentazione di idee e nuovi progetti culturali (inquadramento del distretto);
- “intercettare” gli ambiti di azione su cui intervenire, sviluppando una matrice degli asset tarata sulle tipologie del territorio e identificando gli investimenti necessari all’implementazione degli interventi (fattibilità tecnica e  finanziaria);
-  agire sulla governance per una programmazione rispondente ai bisogni specifici del sistema Lomellina (fattibilità politico-amministrativa).

Azioni
Nel piano di lavoro sono state individuate le seguenti attività da sviluppare nel corso del progetto:
-   inquadramento conoscitivo, finalizzato a descrivere in modo approfondito le dimensioni socio-culturali, economiche e relazionali che caratterizzano il territorio della Lomellina;
-   descrizione degli obiettivi strategici del distretto culturale;
-   esplicitazione delle azioni da effettuare sul patrimonio tangibile e intangibile;
-   definizione di un modello di governance del distretto che identifichi gli organi, le funzioni e le modalità di costituzione del soggetto che dovrà gestirlo;
-   progettazione di un piano economico-finanziario e di un piano di comunicazione e marketing;
-    sviluppo di un cronoprogramma del distretto nel quale si delineano tempi e scadenze di ciascuna fase operativa.

 

Current projects